SERVIZI ON LINE

CONSIP

Presenze on line

Portale Aziende

Banner PEC

INFORMAZIONE

Informatore  Ascom

GRANDA LAVORO

BRAINTV



 

INCONTRO FORMATIVO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

fatturazione fb.jpg

La rivoluzione amministrativa e contabile

 

Strumenti, Competenze e Servizi per le Imprese

 

 

L’obbligo di Fatturazione Elettronica B2B prevede che dal 1 gennaio 2019 tutti i titolari di Partita Iva (esclusi i cosiddetti “minimi” e i fornitori esteri) devono emettere verso chiunque (imprese, privati e consumatori) solo ed esclusivamente fatture elettroniche.

 

Con l’approvazione al Senato del Disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020” l’emissione della fattura elettronica da opzione diverrà obbligatoria per le operazioni effettuate nei confronti di altri privati titolari di partita IVA, a condizione che le cessioni di beni e le prestazioni di servizi siano poste in essere tra soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato.

La fatturazione elettronica consiste nell’utilizzare gli standard previsti per la FatturaPA per tutte le operazioni intercorrenti tra i titolari di partita IVA e la Pubblica Amministrazione, ed ora anche per la formazione (XML), trasmissione e ricezione, tramite il Sistema di Interscambio, della fattura elettronica tra privati e la successiva conservazione digitale per dieci anni.

In caso di inosservanza dell’obbligo di fatturazione elettronica tra gli operatori privati va ricordato che l’eventuale emissione della fattura in formato cartaceo è da ritenersi inesistente e il documento come non emesso.

Dall’obbligo di emissione della fattura in formato elettronico sono esonerati solo i soggetti di minori dimensioni che si avvalgono del cosiddetto “regime di vantaggio” previsto dall’art. 27 comma 3 del Decreto Legge n. 98/11 o del “regime forfettario” previsto dalla Legge n. 190/14.

 

La legge di bilancio 2018 prevede che la fattura elettronica, oggi obbligatoria solo per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi verso la PA, diventi obbligatoria anche nei rapporti commerciali che intercorrono tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio italiano.

 

Questo comporterà una rivoluzione per le aziende che dovranno dotarsi di strumenti informatici e rivedere conseguentemente i loro processi gestionali interni.

Ascom Servizi per venire incontro ai propri clienti e semplificare questa complessa attività, seguirà tutto il ciclo attivo e passivo della fatturazione elettronica, dall’emissione della fattura alla sua conservazione. A seconda delle diverse esigenze siamo in grado di fornire il servizio completo di fatturazione elettronica e precisamente:

 

  • Emissione delle fatture XML, apposizione della firma digitale e invio al sistema SDI
  • Inoltro al sistema SDI del file XML della fattura gia predisposto con o senza firma digitale
  • Ricezione delle fatture dai fornitori
  • Trasformazione del file XML delle fatture ricevute dai fornitori in formato cartaceo
  • Conservazione sostitutiva
  • Fornitura di un programma semplice ed intuitivo per emettere e ricevere le fatture elettroniche

 

 

 

Che evoluzione ci attende con l’approvazione del nuovo formato di fattura elettronica europea?

Come sopra è stato ricordato, l’avvio del progetto FatturaPA è stato efficace ed innovativo, ma non avrà futuro perché pensato solo per una interazione con le Pubbliche Amministrazioni nazionali. Quindi il formato FatturaPA è destinato a un lento ma inesorabile declino  e potrà sopravvivere, per un medio periodo, solo in ambito di rapporti tra operatore economico e Pubblica Amministrazione nazionali.

Con la Direttiva 2014/55/UE del 16 aprile 2014, e l’approvazione e pubblicazione della Norma Europea che ha definito gli standard, si riconosce che i formati in uso sono molteplici. Su questa base infatti il CEN è stato incaricato di definire un modello di dati semantico degli elementi essenziali della fattura, detta anche “core invoice”, e definire di una lista limitata di sintassi, per ognuno dei quali deve essere fornita anche la corrispondenza sintattica con il modello (la core invoice) che tutte le PA europee dovranno accettare.

In conseguenza di questo in ambito nazionale il Sistema di Interscambio ha iniziato ad evolversi vero un adattamento a quanto previsto dalla predetta Direttiva. È auspicabile che anche il formato italiano venga progressivamente allineato in termini di contenuto al modello europeo, in modo da garantire un passaggio graduale ai formati standard internazionali, ed aprendo così la strada ad un’evoluzione che è già segnata e porterà benefici sostanziali sia sul lato pubblico che su quello privato.

Recentemente, il 30 di settembre 2017, è terminata la consultazione pubblica promossa dall’Agenzia per l’Italia Digitale del CIUS-IT per la Core Invoice Usage Specification per l’Italia (CIUS-IT) la cui definizione è uno dei principali obiettivi del progetto eIGOR, eIGOR (eInvoicing GO Regional), progetto nazionale finanziato dalla Commissione Europea per abilitare il sistema di fatturazione elettronica nazionale allo scambio di fatture conformi allo standard comune europeo.

Quindi la fatturazione elettronica tra privati in ambito nazionale, auspicabilmente dal 1 gennaio 2019, si allineerà ai formati previsti dalla Norma Europea e dalla Direttiva 2014/55/UE che in ogni caso dall’aprile 2019 diventerà obbligatoria per tutte le Pubbliche Amministrazioni europee.

 

Per approfondire e illustrare tutti gli aspetti di questa nuova normativa Ascom Bra organizza una serie di incontri dove esperti e funzionari illustreranno il servizio messo a disposizione per le imprese.

Per partecipare agli incontri è necessaria la prenotazione indicando la data prescelta: Tel. 0172 413030 (Ufficio Fiscale) ; info@ascombra.it

 

 






Per iscriverti alla nostra newsletter è sufficiente inserire la tua email nel campo sottostante.



Iscrivimi!




 

FORMAZIONE A DISTANZA | FAD

FAD

FORMAZIONE

FINANZIAMENTI

CONSORZI

CONSORZIO ZIZZOLA

CONSORZIO SALSICCIA

CONSORZIO PANE DI BRA

Banner Confcommercio Card


 

Soggetto Attuatore del Programma MIP - Mettersi in Proprio, iniziativa della Regione Piemonte co-finanziata con POR FSE Piemonte 2014-2020

 
Ascom Bra